Festival del Paesaggio



ATTRAVERSO PAESAGGI 


dal 18 Settembre al 4 Ottobre 2015

Il Comune di Casale Monferrato in collaborazione con il Parco del Po e dell’Orba, l’Osservatorio del Paesaggio del Monferrato Casalese, tecnici e operatori del settore ha dato vita a ATTRAVERSO PAESAGGI, primo Festival del paesaggio in Monferrato.


Il paesaggio è un bene di chi lo abita ogni giorno e di chi lo attraversa scoprendolo per la prima volta. 
Tutti viviamo dentro al paesaggio, lo percepiamo, lo leggiamo, lo modifichiamo, ed al contempo lui agisce su di noi. 
E’ il nostro sistema di riferimento primario, il luogo dove sviluppiamo le nostre identità e il nostro sistema di segni e significati ma anche una risorsa da conoscere, da valorizzare e promuovere attraverso la tutela, la cura.
Essere consapevoli delle nostre piccole o grandi azioni su di esso è una frontiera di civiltà ancora da raggiungere.
Il Monferrato è un territorio di grande qualità paesaggistica per la quale è divenuto sito Unesco, caratterizzato dal Po, dalla collina e dalla pianura.
Per sviluppare occhi e strumenti adatti a conoscere, proteggere e progettare questo patrimonio nasce ATTRAVERSO PAESAGGI; Festival rivolto a tutti coloro che sono "curiosi di paesaggio".

Il 22 giugno 2014 il Monferrato diventava sito Unesco ed entrava nella Lista del Patrimonio dell'Umanità per gli infernot e per paesaggio vitivinicolo. Questo è soltanto il più prestigioso fra i numerosi riconoscimenti che il paesaggio ha ottenuto negli ultimi anni e che lo consacrano a patrimonio storico, culturale e turistico a tutti gli effetti, risultato del lavoro dell'uomo sulla terra, frutto dell'intervento consapevole della mano che lavora, che cura, che trasforma, quindi un vero e proprio “prodotto” del territorio, l'unico a non essere delocalizzabile. 


Da questo clima di riscoperta del paesaggio come bene dal valore assoluto e dalla necessità di costruire strumenti per viverlo, tutelarlo e valorizzarlo nasce il progetto del Festival del Paesaggio.

L'interesse al tema è rafforzato dal dal Convegno Mondiale dei Paesaggisti che si terrà a Torino nel 2016 e dall'inserimento del tema del paesaggio fra i percorsi didattici del Ministero dell’Istruzione, che ha patrocinato il festival.


Il calendario del Festival è coincidente con la Festa del Vino del Monferrato, di seguito ulteriori informazioni. 


PER APPROFONDIMENTI SULLE INIZIATIVE E VARIAZIONI SUL PROGRAMMA CONSULTARE LA PAGINA FACEBOOK ...




 

Il Comune di Casale Monferrato con l’Associazione Culturale Mummy Project presentano la mostra a cura di Sabina Malgora, che valorizza tramite il tema del vino il legame tra la cultura egizia e il Monferrato. Il percorso espositivo è di alto profilo scientifico e si sviluppa attraverso pannelli, testi e immagini che si alternano facendo cornice agli 80 reperti archeologici esposti. Oltre ai reperti, di cui molti esposti per la prima volta, è presente la ricostruzione in scala reale e accessibile di una tomba della necropoli del villaggio di Deir El Medina, dove furono sepolti i costruttori delle tombe della Valle dei Re e delle Regine.

 

 

The City of Casale Monferrato with the Cultural Association Mummy Project present a show, curated by Sabina Malgora, which evaluates, in terms of wine, the connection between the Egyptian culture and the Monferrato. The route of the show is of a high scientific profile, and is developed through panels, texts and images which alternate and frame the 80 archaeological artifacts displayed. In addition to the artifacts, many of which are being displayed for the first time, there is an accessable full-scale reconstruction of a tomb of the village necropolis of Deir El Medina, where the builders of the tombs of the Valley of the Kings and Queens were buried.

 

 

Il Comune di Casale Monferrato, la Fondazione Arte, Storia e Cultura Ebraica a Casale Monferrato e nel Piemonte Orientale, e la Comunità Ebraica presentano la Collezione dei 172 Lumi di Chanukkah, esposta per la prima volta integralmente. Molti e diversi progetti in cui artisti di livello mondiale, ebrei e non, hanno affrontato i problemi formali e il valore simbolico di un oggetto rituale quale il candelabro di Channukka, reinterpretandolo nella contingenza storica. Un patrimonio artistico di grande rilievo legato alla storia del design e alla cultura ebraica casalese.

 

 

The City of Casale Monferrato, the Foundation for Art, History and Jewish Culture of Casale Monferrato and Eastern Piedmont, and the Jewish community present the Collection of 172 Lights of Chanukkah, shown in its entirety for the first time. There are many different works in which world-class artists, Jewish and non-Jewish, faced the formal problems and the symbolic value of the ritual object of the  Chanukkah candelabra, reinterpreting it in the historical contingency. An artistic heritage of great importance linked to the history of design and the Jewish culture of Casale.

 

 

 

 

Realizzata in stretta sinergia operativa tra il Comune di Casale MonRealizzata in stretta sinergia operativa tra il Comune di Casale Monferrato, il “Circolo Culturale Ottavi”, l’Accademia “Le Muse”, l’Associazione “C’era una volta”, in collaborazione con il Consorzio Avversità Atmosferiche e l’Ecomuseo della Pietra da Cantone. In esposizione la storia del Monferrato e dei nostri prodotti enogastronomici, i “Quattro Moschettieri del Vino” Giuseppe Antonio Ottavi, Federico Martinotti, Arturo Marescalchi e Paolo Desana, piccoli macchinari agricoli, informazioni sulla storia della DOC con approfondimenti sulla tutela e origine dei prodotti anche nella contemporaneità, libri storici, fotografie e documenti digitalizzati resi fruibili per appassionati e ricercatori.

 

 

Produced in synergy with the City of Casale Monferrato, “Cultural Society Ottavi, Academy “Le Muse” and the “Once Upon A Time” Association, in collaboration with the Consortium Atmospheric Adversity and the EcoMuseum of Pietra da Cantone.

The story of the Monferrato is displayed with our food and wine products, the “Four Musketeers of Wine” Giuseppe Antonio Ottavi, Federico Martinotti, Arturo Marescalchi and Paolo Desana, small farm machines, information on the history of the DOC with an examination of the guardianship and origin of contemporary products, digitized historical books, photos and documents available to researchers and passionate followers.